Frederika Randall (Internazionale) su Mio padre la rivoluzione

Internazionale pubblica una recensione di Frederika Randall a Mio padre a rivoluzione: «Al suo terzo libro di “storia infedele” Davide Orecchio sorprende ancora con la sua inventiva stilistica e le sue preoccupazioni politiche e morali non futili. Cosa può significare la rivoluzione bolscevica per lui, figlio di un giornalista comunista, dopo lo stalinismo? Il suo ritratto del mito sovietico, anche se basato su un’ampia ricerca bibliografica, è un insieme di cose realmente accadute e invenzioni poetiche, un interrogatorio immaginario ai partecipanti per capire se le cose sarebbero potute andare in un altro modo. […] Se un narratore potesse essere la…

Luca Romano (Huffington Post) su MPLR

Luca Romano ha scritto una bella recensione di Mio padre la rivoluzione sull’Huffington Post. «Spesso la letteratura si è rifatta al mito per raccontare qualcosa che ha a che fare con l’archetipo, eludendo il tempo, quindi il passaggio da un’epoca all’altra. Il mito è anche ciò che rimane imperituro. Ed è forse partendo dal Mito che bisogna affrontare la lettura delle storie di Davide Orecchio raccolte in Mio padre la Rivoluzione, ed edite da Minimum Fax, perché la sensazione, leggendo questi racconti è che affondino le loro radici, anche lì dove non è esplicitato, in una storia al di fuori del…

Marco Mongelli (La Balena Bianca) su Mio padre la rivoluzione

Su La Balena Bianca Marco Mongelli recensisce in uno splendido pezzo Mio padre la rivoluzione. Qui l’incipit: Mio padre la rivoluzione, opera terza di Davide Orecchio appena uscita per minimum fax, è un libro strabiliante, che conferma il talento dello scrittore e lo colloca definitivamente tra i migliori scrittori contemporanei, non solo italiani. Continuando un percorso sulla narrazione storico-biografica cominciato con Città distrutte. Sei biografie infedeli (Gaffi, 2012) e proseguito con Stati di grazia (Il Saggiatore, 2014), Mio padre la rivoluzione allarga i confini del narrabile e radicalizza l’intento – poetico ed estetico – originario: l’esplorazione della Storia e dei suoi…

Fahrenheit, Milano, Lecco, Parma

Venerdì 6 ottobre sono stato ospite di Fahrenheit, Radio3, intervistato da Graziano Graziani su Mio padre la rivoluzione. Qui il link alla pagina con l’audio della conversazione. Sotto due foto ricordo (di Rossella Innocentini, minimum fax). Ho provato a spiegare ragioni e struttura del libro, delle storie e dei racconti. Con intelligenza Graziani mi ha portato sul terreno del mito, delle fonti, del Breve corso, di Trockij controfattuale e di Bob Dylan. Giovedì 12 ottobre presento il libro alle 18.30 alla Libreria Verso a Milano, con Giordano Meacci. Venerdì 13 ottobre alle 21 sono alla Libreria Volante di Lecco, con Serena…

Buona la prima

Mi sembra che la presentazione di Mio padre la rivoluzione a Roma sia andata benissimo. Un mucchio di gente che non immaginavo, e ringrazio tutti di cuore. Un privilegio per me che Giorgio Vasta abbia letto e parlato di MPLR. Grazie all’ospitalità della Libreria Assaggi. Grazie in particolare a Luciano Funetta. E grazie minimum fax! Qui Francesca Perinelli racconta l’incontro, con una gentilezza e un interesse dei quali le sono riconoscente. Buona la prima. (Foto di Rossella Innocentini e Valeria Veneruso, minimum fax)

Comincio a essere un poco ridicolo, con le mie storie di bestie (Paul Léautaud)

Domenica, 25 ottobre 1908 Comincio a essere un poco ridicolo, con le mie storie di bestie. Proprio una vecchia zitella, una madre di gatti e cani. Con tutto il tempo che mi prendono cose del genere! Ma è più forte di me. Le mie giornate sono ossessionate dal pensiero delle bestie che vagano fuori senza nutrimento e senza riparo. La mia pietà non è come quella di Morisse che riesce a difendersi, a girarsi, ad allontanarsi. Ho una pietà attiva che mi spinge all’opposto, che mi fa muovere, che si trasforma in dovere, in responsabilità. Una bestia cui ho dato la…