Iguana mexicana

Diversi anni fa mi ritrovai sul bordo di una piscina, nel sud del Messico. Ordinai un margarita. Due ragazze si tuffarono. Una indossava un costume olimpionico blu. L’altra un due pezzi bianco. Si sfidarono in una gara di crawl che vinse la ragazza blu. Poi nuotarono verso il centro della piscina, dove l’acqua era più profonda, e si misero a scherzare tra di loro.

Ero troppo distante per sentire cosa dicessero, ma abbastanza vicino per sentirle ridere. Mentre ordinavo un altro margarita, dagli alberi che circondavano la piscina un branco di scimmie urlatrici iniziò a gridare. Sembravano molto arrabbiate. Non sembrava un urlo abitudinario. Bevvi il mio margarita e ne ordinai un terzo. Mi fu servito come gli altri in un bicchiere di carta, con abbondante granatina di ghiaccio e diluito in un lime dolce e pastoso.

Un’iguana uscì da un cespuglio, s’avvicinò alla mia sdraio e iniziò a mangiare le albicocche cadute dagli alberi. Mordeva il frutto socchiudendo gli occhi gialli e inespressivi, e poi l’ingoiava intero con tutto il nocciolo.

Venne un cameriere e lanciò un’albicocca all’iguana. Poi gliene lanciò un’altra. Si voltò verso di me indicando il rettile e disse ridendo: “Le albicocche le piacciono molto”.

Le scimmie tacquero per un po’. Le due ragazze uscirono dalla piscina per vedere meglio l’iguana. Anch’io mi alzai dalla sdraio. L’iguana si lasciò circondare, concentrata solo sulle albicocche. Le due ragazze, il cameriere e io la guardavamo in silenzio. Ma quando si fu saziata, strisciò rapidamente nel cespuglio dal quale era venuta.

Le due ragazze si tuffarono e ripresero a nuotare. Il cameriere tornò a servire drink. Le scimmie ricominciarono a urlare. E io ordinai un quarto margarita.

2 Comments

  1. però qui l’iguana era verace!

  2. Attenzione! Troppi Margarita fanno apparire le lucertole delle iguane… ;o) WMECHICO

I commenti sono chiusi.