Il 25 aprile di mio padre su Nazione Indiana

Sono tornato sul 25 aprile di mio padre.

C’è una casa nel corso del tempo dove un uomo non parla, un bicchiere di whisky sta sulla libreria scura, una sigaretta accesa sta sul bordo dello sgabello, un televisore trasmette gli anni settanta, un bambino squaderna sul pavimento il libro di Gianni Rodari, una palla rotola sul parquet scheggiato, un gatto entra dal terrazzo, centinaia di volumi crescono negli scaffali fino al soffitto: di letteratura, storia, teatro, poesia, sociologia, denuncia, compromesso, reazione, rassegnazione, rivoluzione e provocazione…

La storia è su NAZIONE INDIANA.

3 Comments

  1. L’ho letto e ti ringrazio molto molto 🙂

  2. Uno dei migliori omaggi al 25 aprile, ci ho fatto un post(-ino) su 🙂

  3. […] so benissimo, in fondo questo è un blog piccolo piccolo, ma io vorrei che Davide Orecchio avesse più successo. Qui ho il mio spazio e qui ne […]

I commenti sono chiusi.