Tre forme di augurio

Auguro (solo a chi lo desideri) un 2013 sexy e passionale. Dodici mesi in accelerazione. Non necessariamente felici ma senza un giorno sprecato. Un Bolero che cresca da gennaio a dicembre. Una luna di fiele. Auguro (solo a chi lo desideri) un anno come una pantofola, e tu infilata dentro. Dodici mesi vissuti da gatta. Sotto al termosifone d’inverno, nell’ombra del bambù d’estate. Gli occhi sempre semichiusi: le famose fessure del minimo sforzo per il massimo risultato (in questo caso vedere). Auguro (solo a chi lo desideri) l’anno del fare, del non dormire, o del dormire poco giusto con l’idea…

Cose che ha fatto nel 2013

Ha prodotto una fusione nucleare fredda. I sospetti della comunità scientifica (è pur sempre un laureato in Lettere) non hanno scalfito l'evidenza dell'esperimento. Ha scoperto il vaccino contro l'AIDS. I dubbi della comunità medica non hanno contraddetto la notizia che in tutto il mondo l'umanità andava guarendo. Nel 2014 riceverà due premi Nobel, uno per la Fisica e l'altro per la Medicina. Ha incontrato un filantropo, Stiegmeier della A.P.E., il cui lavoro – gli ha spiegato – è “sostenere l'arte, gli artisti, ogni forma d'ozio che aiuti la nascita di creazioni” e lo esegue togliendo i prescelti dagli “impacci quotidiani…