Radiohead, #epifanie

Nel giugno del 1997 me ne stavo sepolto a Braunschweig per certe ricerche. Seppellito nella foresteria di una biblioteca tumulata a Braunschweig. Gli svaghi erano andare in bici alla stazione a comprare il Corriere, mangiare Kebab e inghiottire gli asparagi bianchi di una bibliotecaria che m’invitava a cena. Un giorno esco, vado al negozio di dischi e cerco qualche novità. Tornai a casa con OK Computer dei Radiohead e Ladies and Gentlemen… degli Spiritualized. Non mi sollevarono il morale, però che capolavori. #epifanie

Bob Dylán

Parigi val bene una mostra, per i fan del menestrello Zimmerman. In questa (Bob Dylan, L’explosion rock 61-66) in corso alla Cité della musique c’è molto di molto. Le splendide foto di  Daniel Kramer, che puntò sull’artista sconosciuto al Greenwich e l’accompagnò in un’ascesa tutta in bianco e nero. Foto ancor più primordiali, quelle che ritraggono un cinghialetto teen del Midwest, prima di sbocciare e smungersi sulla costa, prima di farsi Bob Dylan. Tracce audio e video fino all’eruzione della svolta rock: 1965, Newport, i buuuu dell’audience folk e lui che incurante elettrifica Like a Rolling Stone (c’è il video integrale,…