Problemi da risolvere

Ieri nel carcere di Secondigliano un detenuto mi ha ringraziato perché, ha detto, “leggere libri mi aiuta a evadere”. Oggi nel carcere di Poggioreale un detenuto mi ha chiesto se anche lui potrà reinventarsi una vita come un personaggio delle mie biografie. E un altro m’ha fatto notare che anche lui vive un esilio dalla famiglia come Rakar. Poggioreale può detenere 1400 persone. Poggioreale oggi detiene 2800 persone. In Italia 60 detenuti si uccidono ogni anno. 10 guardie carcerarie si uccidono ogni anno. Oggi se ti buchi vai in carcere. Ringraziamo Fini e Giovanardi. Problemi creati dai governi passati, ignorati…

Una lettera dall’Argentina

Ricevo e condivido una mail del professor Guillermo Viera dell’Universidad Nacional de Jujuy (Argentina): «Gentile Orecchio, nel felicitarmi con lei per le buone recensioni ottenute da Città distrutte, e per gli importanti premi Mondello e Napoli, le suggerisco, qualora il più vasto pubblico italiano non si convincesse ancora ad assaggiare il suo libro, di puntare sugli argomenti che seguono: 1) E’ a buon mercato (15 euro non mi sembra una cifra esorbitante, sebbene voi italiani siate in crisi). 2) E’ conciso (di questi tempi 240 pagine sono la giusta dimensione per un libro: né troppo lungo, né troppo corto). 3)…

Repubblica.it su Città distrutte al Premio Napoli

Repubblica.it, Napoli 18 giugno 2012 Premio Napoli 2012, ecco le novità. Traduzioni e libri per tutte le età Una cinquantottesima edizione ricca di novità: traduzione, ibridi letterari, Libri per bambini e ragazzi. Sono queste le tre nuove sezioni del Premio Napoli 2012, al via il 10 luglio. La tradizionale manifestazione partenopea cambia formula: dodici libri finalisti divisi in sei sezioni: Narrativa, Saggistica, Poesia, Traduzione, Ibridi letterari, Libri per bambini e ragazzi. Una coppia di opere per sezione, selezionate da una giuria tecnica composta da tre membri. Le opere saranno poi votate da una giuria popolare e connessa alla rete delle…